The game

Il giorno prima avevo ricevuto una quantità di regali impressionante. Non mi aspettavo tanta generosità e ne ero piacevolmente stupita. Dopo sei anni avevo finalmente deciso di tornare a festeggiare il mio compleanno ed evidentemente l’evento aveva avuto la sua risonanza. Dopotutto ero una blogger che cominciava a farsi un nome ed in città ormai…

P-Zone

Correvo più che potevo lungo la strada nebbiosa. Il fiato caldo e affannato si raccoglieva in nuvolette di vapore attorno alla bocca. Quel giorno le temperature registravano tre gradi sotto zero ma sembravano almeno cinque di meno a causa dell’umidità. Un tacco a spillo mi si infilò nella fessura tra due pietre e la scarpa…

Luna crescente

Era l’11 luglio 2016, l’aria era calda e profumata, la luna splendeva argentea in cielo. Uscii in giardino per rinfrescarmi un po’, in casa la calura di quell’estate palermitana si faceva sentire di più ed in aggiunta quella sera mi sentivo stranamente irrequieta. Il cane mi guardava dal pavimento su cui era stravaccato, anche lui…

Racconto di Natale

Era l’undici dicembre in quel di Strasburgo, le luci di Natale scaldavano di colori vivaci l’aria gelida invernale. Si percepivano gli odori delle leccornie, dello zucchero caramellato e del vin brulè provenire dagli stand disposti per tutta piazza Gutenberg. Famiglie, turisti e bambini vocianti ed eccitati giravano per le strade affollate, allegri e ricolmi del…

Le catacombe

LE CATACOMBE   Era il due di novembre, il giorno della commemorazione dei morti. Il “ponte” ci aveva consentito di essere liberi dalla scuola, quel sabato, perciò ci aggiravamo per la città annoiati ed in cerca di svago. Salvo era invece particolarmente su di giri, forse perché ancora un po’ brillo per aver bevuto eccessivamente…

Il quadro

Il Quadro   Sono nata il ventotto dicembre Milleottocentonovantanove. Per soli due giorni mia madre non usufruì del premio in denaro che il Regno elargiva alle famiglie per i nati il primo gennaio del nuovo secolo. Forse fu quello a determinare il mio destino, forse se mia madre avesse avuto quei soldi non avrebbe fatto…

Il castello di Caccamo

Il castello di Caccamo   L’antico maniero sorgeva sulla sommità di un imponente costone roccioso. Ai suoi piedi si estendeva una grande pianura, costellata di abitazioni in pietra rustica. Imponenti mura merlate lo circondavano. Era chiaramente stato costruito per poter scorgere la presenza dei nemici da parecchi chilometri di distanza. In epoca normanna, infatti, al…

Una calda giornata pugliese

Una calda giornata pugliese   Sbadigliai, portandomi una mano a coprire la bocca. La noia e la mancanza di sonno stavano per farmi addormentare. Là, davanti a tutti, in quella cazzo di parodia di aula di tribunale in cui ci trovavamo. Guardai due mosche aggirarsi fastidiose attorno al capo pelato e sudato di un collega…