Pronto soccorso alieno

Pronto soccorso Alieno   Gorgheggiando acutamente per il dolore, il fibreniano barcollò nell’infermeria di bordo stringendo il braccio, alto a destra, con le mani che aveva in alto e in basso a sinistra. Il Dottor Nick Salvin indossò il traduttore simultaneo. Il suo discorso doveva essere semplice e chiaro. Una traduzione errata delle parole avrebbe…

La creatura

La creatura   Io ormai ero avulso da quel passato, da quei sorrisi, da quella vita, persino dai suoi tormenti. Ero sepolto in una miniera. Vivevo come se non fosse mai cambiato niente, eppure laggiù, da qualche parte, era mutato tutto. Quel che io conoscevo era solamente una rilettura fittizia di pagine che si lacerano,…

Valdimir

Vladimir   Sono nato a Sighișoara nel 1431. Da giovane sarò destinato a essere un guerriero, diverrò Voivoda di Valacchia, sarò un eroe della cristianità contro i musulmani, sarò seppellito nel complesso di Santa Maria la Nova a Napoli. “Eu mă numesc” (il mio nome è) Vlad. Di me la storia narra che fui sanguinario,…

Lia

Lia   Era da bambina esile come un fiammifero, occhi verdi e un po’ grigi, i capelli biondi come una norvegese, un sorriso che aveva tutti i colori dell’arcobaleno. Carattere fiero e orgoglioso. Una piccola scheggia impazzita.  Sembrava una principessina delle fiabe ma sapeva difendersi come un rottweiler; puntualmente ogni mattina faceva a cazzotti coi…

Il molestatore

IL MOLESTATORE di Nicola Furia   «Brigadie’, c’è una signora che deve sporgere denuncia, la faccio salire?». La voce gracchiante dell’interfono scosse il brigadiere Fulco dal dormiveglia in cui galleggiava indolente, in un limbo senza tempo, perso tra vicoli bui e malfamati, accarezzato da sguardi lascivi di volgari prostitute senza volto, brutalmente illuminate da neon…

L’mpastatrice

L’Impastatrice   “Ti saluto, vado in Abissinia”, così disse alla zia, quasi fosse una canzonetta di guerra. Il vecchio era già un giovane leone, partì volontario come soldato muratore. Di guerre non capiva niente, non gliene fregava nulla, non sapeva nemmeno che esistessero, voleva solo costruire: era un mastro. Lavorare al caldo per lui era…

Divinità saffiche

Divinità saffiche   Cara S. ho smesso già da un pezzo di provare a chiamarti, l’ho fatto tante volte e mi sconforta la certezza che non mi risponderai. Quando eri arrabbiata con me, ossia molto spesso, passavamo ore a litigare come due vecchie megere arcigne. Tu mi accusavi di essere un’asociale supponente ed io ti…

Friendship

FRIENDSHIP   Milly sbadigliò rumorosamente, con la solita grazia pachidermica che la contraddistingueva. Stiracchiò le membra intorpidite dall’ozio, portando le braccia sopra la testa ed allungando le gambe sul corpo peloso di Thor. Si era accucciato sulla panca insieme a lei, avvolgendosi sotto i suoi piedi freddi. Il movimento lo aveva infastidito e sbuffò contrariato…