Maschera di morte

di Nicola Furia   Non c’è più ipocrisia quando rimani solo… ed è allora che riesci a strapparti la maschera dalla faccia. E’ l’unico momento in cui ti è consentito farlo, in cui sei costretto ad uscire da quella corazza blindata per rimanere nudo, indifeso e finalmente libero. Ora puoi guardarti e interrogarti, senza timore…

L’eretico

di Pietro Soman   Le fiamme danzano dietro le vetrate della cattedrale. L’interno, deserto, non appare come solida pietra, ma come qualcosa di mutevole, informe, che lampeggia d’ombre orlate di verde, viola, blu, bianco, con sagome d’uomini e bestie deformate e terrificanti proiettate da santi ed angeli. Il portone è divelto e le colonne si allungano verso l’altare…

Attimi

di Nicola Furia   Come vi sentireste se vi svegliaste all’improvviso circondati da zombie? Nel momento in cui riapro gli occhi mi basta un battito di ciglia, un solo attimo, per comprendere che la mia vita finisce oggi, finisce qui. Ero al limite delle forze, lo sapevo, eppure senza lamentarmi accettai l’incarico di pattugliare la galleria…

Liberazione

Di Igor Zanchelli Liberazione. Parola stupenda che implica la rottura di catene, che evoca libertà, autodeterminazione, gioia. Pensando a questo  termine vedo nella mia testa immagini di colonne di soldati che entrano in città tra due ali di folla che esultano festanti al loro passaggio. Vedo danze, balli, baci tra marinai e infermiere. Donne con…

Zombie Market

di Anna Liguori Stanotte sono salita sul tetto del minimarket, per non sentire questo odore terribile. Gli zombie hanno fatto un gran fracasso con i loro grugniti e le mascelle in moto. Se non altro, sono riuscita a stiracchiarmi, sono settimane che continuo a camminare piegata tra gli scaffali per non farmi vedere attraverso le vetrine. Chiusa qui…

How I meet your zombie

di Alessandro Undici Vivo in un pianeta popolato da dannati. Lenti e instancabili non morti. Io preferisco chiamarli semplicemente “marci”. Due anni, due cazzo di anni sono passati e loro sono ancora qua a girovagare su questa Terra in rovina. Il mondo come lo conoscevamo è andato a puttane, non ci sono più regole, non…

Birra e Zombie

di David Randino La gente mi deprime, è sempre stato così, trovo che le persone non abbiano nulla  d’interessante da dire o da fare. Un solitario… ecco cosa sono, … un cazzutissimo uomo solo. Quindi questo mio modo di vivere mi ha permesso di “sopravvivere”, al contrario di altri, quegli altri che avevano bisogno di…

Attesa notturna

di Alessandro De Felice   Le lingue di fuoco guizzavano sinuosamente davanti ai miei occhi, ondulate e scoppiettanti fino a divenire una droga alla quale volermi abbandonare. Il calore schiaffeggiava la mia faccia mentre provavo a porgere l’attenzione su quello che mi circondava. Fruscii lontani e rumori di rami spezzati, udivo sempre qualcosa osservare nell’oscurità.…